Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Tutte le ultime novità | Deatech

15 Nov

By

Come produrre più latte usando meno antibiotici

15 Novembre 2019 | By |

Poche gravidanze, niente latte per l’allevatore

Riequilibrare l’alimentazione degli animali è il primo grande passo per ridurre le infiammazioni nelle bovine, la causa principale dell’infertilità in allevamento. Dopo aver migliorato la fertilità è importante concentrarsi anche sulla potenziale produzione di latte della mandria che, a causa delle mancate gravidanze, si riduce considerevolmente.

Con AG3 80 salute e latte assicurati

La migliore scelta per aumentare la potenzialità riproduttiva e produttiva della tua mandria è AG3 80, una delle tecnologie di Nutri Salus, la soluzione alimentare che riduce l’uso degli antibiotici in allevamento. Con AG3 80, l’alimento a base di semi di lino trattati con un processo di cottura ed estrusione innovativo e brevettato, l’efficienza riproduttiva della tua mandria aumenta. L’intervallo parto-concepimento ed i giorni medi di lattazione si ridurranno considerevolmente. Proprio per questo, integrando comodamente AG3 80 nell’alimentazione delle tue bovine, anche la produzione media di latte aumenta. Infatti, grazie ad un bilanciamento del rapporto Omega 6/Omega 3 della razione, si attiva un’azione antinfiammatoria che rende gli animali sani, più fertili e quindi più produttivi.

Aumento della produzione di latte e – 35% di antibiotici

Nutrendo le vacche con AG3 80, gli allevatori si sono subito resi conto di avere animali più sani. Questo si è tradotto rapidamente in risultati molto positivi, infatti, le bovine erano più fertili e hanno aumentato considerevolmente la loro produzione di latte. Tutto questo riducendo mediamente del 35% l’uso degli antibiotici come richiesto dalle normative europee a partire dal 2020.

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

15 Nov

By

Come aumentare il peso della nidiata riducendo diarree e antibiotici

15 Novembre 2019 | By |

Streptococco, il patogeno silente degli allevamenti

Lo streptococco è un patogeno che causa pericolosi casi di diarrea nei suinetti e si trova comunemente negli allevamenti suinicoli italiani. I sintomi nella scrofa sono poco evidenti e l’infezione viene facilmente trasmessa ai suinetti. Questo avviene perché i giovani animali nascono con un sistema immunitario debole che li rende più esposti alle infezioni durante il parto o attraverso il contatto con le feci della madre.

AG3 80, un secchio d’acqua fredda per le infiammazioni

La soluzione più sicura per i tuoi suini è AG3 80 l’esclusiva tecnologia che, aggiunta all’alimentazione delle scrofe, ti permette di avere risultati in tempi rapidi. Mentre usi AG3 80, le tue scrofe ed i tuoi suinetti cominciano subito ad avere dei benefici. Le scrofe sono in salute, sono meno infiammate e hanno un sistema immunitario molto forte che gli consente di vincere la lotta allo streptococco. L’animale si trova quindi in condizioni fisiche ottimali ed è pronto per affrontare, più tranquillamente, il delicato momento del parto.

AG3 80, grazie alla sua ricchezza in Omega 3, agisce rafforzando il sistema immunitario e contrastando le infiammazioni della scrofa. È un po’ come buttare un secchio di acqua fredda per spegnere un fuoco. Così facendo, la scrofa è sana, senza batteri e produce un colostro con più immunoglobuline che rendono più forti i tuoi suinetti.

AG3 80 è una tecnologia di Nutri Salus, la soluzione alimentare che riduce l’uso degli antibiotici in allevamento.

+ 10% di peso della nidiata allo svezzamento

Subito dopo aver comodamente utilizzato AG3 80 nell’alimentazione delle scrofe, gli allevatori hanno visto con i loro occhi grandi benefici. Infatti, con questa soluzione, si sono ridotti i casi di diarrea nei suinetti ed il peso della nidiata allo svezzamento è aumentato del 10%. Suinetti più sani, più pesanti e più forti hanno permesso agli allevatori più accorti di ridurre l’uso degli antibiotici per il trattamento delle diarree.

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

 

13 Nov

By

Come risolvere le infezioni da streptococco in post-svezzamento

13 Novembre 2019 | By |

Lo stress dello svezzamento indebolisce i suinetti

I suinetti, durante il passaggio dalla sala parto ai box di gruppo, si trovano a dover affrontare condizioni di stress. Questo avviene a 28 giorni di vita quando il suinetto viene allontanato dalla madre e l’alimentazione passa da liquida a solida. Proprio per questa condizione di stress, il sistema immunitario e le sue difese si abbassano rendendo gli animali sensibili alle infezioni da streptococco.

Un sistema immunitario forte per suinetti più sani

Tegacid crea uno scudo che aiuta a proteggere la flora batterica positiva dei suinetti per creare un sistema immunitario forte e ben strutturato. Questo è il punto di partenza che consente agli animali di combattere le infezioni da streptococco, uno dei patogeni più comuni dell’allevamento suino responsabile di molte diarree. Tegacid, in polvere o aggiunto all’acqua di abbeverata, aiuta i suinetti ad affrontare al meglio il difficile momento del post-svezzamento. Lo fa attraverso un duplice effetto positivo. In primo luogo, crea un ambiente sfavorevole allo sviluppo dello streptococco e, inoltre, rende i suinetti più forti e pronti a combattere le potenziali infezioni presenti nell’ambiente.

Tegacid è la tecnologia cha appartiene a Nutri Salus, la soluzione nutrizionale che riduce l’uso degli antibiotici nell’allevamento suino.

Più suinetti sani, meno streptococchi e meno antibiotici

Dalle prove effettuate in allevamenti italiani è stato dimostrato che, i suinetti di 28 giorni che hanno assunto Tegacid tramite l’alimentazione o l’acqua di abbeverata, erano più sani e non presentavano più casi di diarrea da streptococco. Tutto questo si è tradotto in una riduzione dei trattamenti con antibiotici.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

12 Nov

By

Bovine più fertili con meno antibiotici

12 Novembre 2019 | By |

Le infiammazioni causano una riduzione della fertilità nelle bovine

Il calo della fertilità delle bovine da latte è riconducibile a vari fattori, primo tra tutti l’alimentazione. Questa, in genere, è caratterizzata da un eccessivo apporto di Omega 6, molecole responsabili dei processi infiammatori, e da una ridotta quantità di Omega 3, molecole dall’azione antinfiammatoria. Per anni, gli antibiotici sono stati la principale soluzione per la cura di animali infiammati e, quindi, poco fertili. Ora non è più così.

AG3 80, un importante aiuto alla fertilità e alla lotta agli antibiotici

Per migliorare la fertilità delle vacche infiammate è essenziale agire sulla loro alimentazione. Il primo tassello con cui farlo è AG3 80, un alimento a base di semi di lino trattati con un processo di cottura ed estrusione innovativo e brevettato. La selezione dei semi di lino per il loro contenuto in Omega 3 rende AG3 80 essenziale per ridurre lo stato infiammatorio dell’organismo. Questo, è possibile, grazie ad un’azione specifica che migliora la risposta del metabolismo delle bovine che, finalmente, saranno più sane e meno soggette a cure. Proprio per questo, AG3 80 appartiene a Nutri Salus, la soluzione nutrizionale che riduce l’uso degli antibiotici in allevamento.

+ 5 punti di tasso di gravidanza (PR) in un solo anno

Gli allevatori italiani che hanno utilizzato AG3 80 nella razione delle loro vacche da latte, hanno migliorato la fertilità della mandria aumentando di + 5 punti percentuali il tasso di gravidanza in un solo anno. Questo risultato è stato raggiunto con animali sani e quindi meno soggetti a trattamenti con antibiotici.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

08 Nov

By

Evitare le infezioni da streptococco agendo sulla flora intestinale positiva

8 Novembre 2019 | By |

Intestino che hai, batteri che trovi

L’intestino dei suini è popolato da una flora microbica positiva e anche da una piccola quota di batteri patogeni, primo tra tutti lo streptococco, il patogeno responsabile dei problemi gastro-intestinali nei suinetti. La presenza di questo microrganismo è essenzialmente dovuta ad un pH intestinale elevato che rende le pareti dell’intestino un ambiente adatto alla sua proliferazione.

La soluzione è Tegacid

Per combattere ancora più efficacemente le infezioni da streptococco nei suinetti, è fondamentale affiancare ad un prodotto fitoterapico una soluzione capace di regolare la flora microbica intestinale degli animali. Proprio per questo, la migliore soluzione è Tegacid che appartiene a Nutri Salus, la soluzione nutrizionale che riduce l’uso degli antibiotici in allevamento. Tegacid agisce a livello gastrico e intestinale favorendo lo sviluppo della flora batterica positiva ed il corretto equilibrio digestivo. Utilizzando Tegacid in forma liquida (Tegacid L Plus) nell’acqua di abbeverata, o in polvere (Tegacid P) nel mangime del suinetto, finalmente sarà possibile aumentare la qualità sanitaria degli alimenti. L’effetto antimicrobico, battericida e fungistatico di Tegacid crea un ambiente intestinale sfavorevole allo sviluppo degli streptococchi riducendo i problemi gastro-intestinali dei suinetti.

Niente più streptococchi per i suinetti

Da prove effettuate in allevamenti suinicoli italiani è emerso che, utilizzando Tegacid sia in forma liquida che in polvere, la mortalità dei suinetti dovuta alle pericolose infezioni da streptococco si è ridotta drasticamente. Inoltre, con Tegacid, i suinetti sani hanno aumentato il consumo di acqua e l’ingestione del mangime.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

08 Nov

By

Come far recuperare peso alle vacche migliorando la digeribilità dell’amido

8 Novembre 2019 | By |

Quando la vacca riduce l’ingestione perde peso

Le condizioni di benessere di una bovina da latte iniziano a venir meno nel periodo compreso tra aprile e ottobre quando le temperature medie di comfort termico degli animali, in particolare nelle regioni della Pianura Padana, vengono superate. Uno dei primi segnali di stress da caldo nelle vacche è la riduzione del consumo di alimento. Questo si traduce in un aumento del rischio di acidosi e in una perdita di peso degli animali.

Con Maxi Tech Extra più peso e più benessere

Durante i mesi autunnali, è quindi molto importante fornire energia alle vacche attraverso l’alimentazione. Maxi Tech Extra è la migliore soluzione per aumentare la digeribilità dell’amido contenuto nelle razioni delle vacche da latte al fine di soddisfare le loro elevate esigenze energetiche. In questo modo, le bovine avranno a disposizione energia prontamente disponibile per recuperare il peso perso e ritornare a produrre tanto latte.

Animali in forma subito dopo lo stress da caldo

Le prove effettuate in allevamenti italiani dimostrano come, con Maxi Tech Extra, le bovine sono in grado di riprendere peso e tornare in forma molto velocemente dopo il periodo caldo. Tutto questo è possibile grazie ad una migliore digestione dell’amido della razione che fornisce energia per il pronto recupero degli animali in autunno.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

06 Nov

By

Come evitare le infezioni da streptococco nei suinetti

6 Novembre 2019 | By |

I problemi enterici dei suinetti arrivano dalla scrofa

I problemi enterici sono uno dei problemi più frequenti negli allevamenti suinicoli italiani. La maggior parte delle diarree neonatali sono infatti causate da agenti infettivi, primo tra tutti lo streptococco che viene trasmesso ai suinetti direttamente dalla scrofa. È quindi importante ridurre i patogeni e le situazioni di stress che possono intervenire nell’allevamento attraverso il controllo dell’alimentazione della scrofa.

L’alimentazione della scrofa per la salute del suinetto

Per ottenere suinetti sani è fondamentale evitare che le infezioni da streptococco si sviluppino all’interno dell’allevamento suino e vadano a compromettere la salute dell’intestino degli animali. La salute intestinale è il risultato dell’interazione tra una dieta con il corretto rapporto Omega 6/Omega 3, tra i microrganismi intestinali e tra K Prestep. K Prestep stimola la corretta funzionalità digestiva del tratto gastro-intestinale con un’azione antibatterica e antinfiammatoria che riduce la carica microbica intestinale della scrofa. Proprio per questo, i suinetti sviluppano un buon sistema immunitario che li farà essere sani e in forma.

K Prestep è la tecnologia fitoterapica che appartiene a Nutri Salus, la soluzione nutrizionale che riduce l’uso degli antibiotici in allevamento.

Solo l’1% di streptococchi

Da prove effettuate in allevamenti suinicoli italiani è emerso che, prima dell’utilizzo di K Prestep, tutti i suinetti avevano un’infezione da streptococchi. Nutrendo le scrofe in modo equilibrato con una dieta dal corretto apporto Omega 6 – Omega 3 e utilizzando K Prestep, i casi di infezione da streptococco nei suinetti si sono ridotti all’1%. Gli animali, si sono presentati più belli, sani e questo ci ha permesso di ridurre drasticamente i trattamenti con antibiotici.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

 

 

05 Nov

By

Migliorare la qualità del latte utilizzando meglio l’amido della razione

5 Novembre 2019 | By |

Quando l’amido è poco digerito, l’energia viene spesa poco bene

Nei mesi autunnali, le vacche da latte hanno bisogno di recuperare l’energia persa durante il periodo caldo. Infatti, con l’aumento medio delle temperature, gli animali riducono l’ingestione e, di conseguenza perdono peso. Infatti, le bovine che escono da una condizione di stress, invece di utilizzare l’energia della razione per la produzione di latte, la utilizzano per tornare in forma. Questo, di conseguenza, riduce l’efficienza degli animali.

Con Maxi Tech Extra più latte e più qualità

Dopo il periodo caldo è importante fornire agli animali energia prontamente disponibile nell’alimentazione. La risposta è Maxi Tech Extra, la soluzione che soddisfa le elevate esigenze energetiche delle bovine da latte aiutando l’animale a digerire meglio l’amido e riducendo la perdita di energia persa con le feci. Lasciando intatta la razione e con la sola aggiunta di Maxi Tech Extra, l’amido viene utilizzato in modo più efficiente dalle bovine per aumentare la produzione e, allo stesso tempo, per migliorare la qualità del latte.

+ 100g di grasso e + 50g di proteine per capo al giorno

Le prove effettuate in allevamenti italiani con Maxi Tech Extra hanno dimostrato come, con questa tecnologia, è possibile aumentare la produzione e la qualità del latte. Grazie ad un miglioramento della digeribilità dell’amido, la vacca utilizza l’energia in modo appropriato aumentando la quantità di grasso e proteine del latte prodotto, rispettivamente di 100g e 50g per capo al giorno.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

31 Ott

By

Fare più latte digerendo meglio l’amido della razione

31 Ottobre 2019 | By |

È arrivato il freddo e le bovine ringraziano

È appena arrivato il “primo freddo” e le vacche da latte risentono ancora degli effetti dei mesi caldi dell’anno. L’aumento medio delle temperature, che si è verificato già a partire dal mese di aprile, ha causato una condizione di stress da caldo nelle bovine con conseguente riduzione dell’ingestione giornaliera e perdita di peso. Come ogni anno, alla fine, sono state la fertilità e la produzione di latte ad avere la peggio in allevamento.

Con Maxi Tech Extra le vacche ripartono in 5a

Al fine di recuperare i danni dello stress da caldo, ora è necessario fornire agli animali un’energia buona come l’amido. Questo però deve essere altamente digeribile per le bovine, soprattutto se in lattazione, per evitare che venga perso con le feci. Con Maxi Tech Extra le bovine sfrutteranno al meglio l’amido della razione che verrà convertito nel rumine in energia prontamente disponibile. L’aumento della produzione di latte sarà il vantaggio principale che potrai vedere con i tuoi occhi. Oltre a questo, i tuoi animali rimetteranno il peso perso e miglioreranno la visibilità dei calori. Tutto ciò può avvenire semplicemente aggiungendo Maxi Tech Extra all’alimentazione degli animali e lasciando intatta la razione.

+ 1,6 L/capo/giorno di latte prodotto

Le prove effettuate in allevamenti italiani con Maxi Tech Extra hanno dimostrato come, il miglior utilizzo dell’amido da parte dell’animale, consente di aumentare la produzione di latte. Infatti, risultati hanno evidenziato un aumento medio di 1,6 litri di latte al giorno prodotto in più per ogni animale.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

31 Ott

By

Come ti sentiresti se i tuoi suinetti non avessero più diarree?

31 Ottobre 2019 | By |

Le patologie gastro-intestinali provocano gravi danni alla salute dei tuoi suinetti

I suinetti acquisiscono gradualmente il loro sistema immunitario attraverso la placenta e il colostro della madre. Proprio per questo, i giovani animali hanno le difese immunitarie basse e, se entrano a contatto con scrofe portatrici sane di streptococchi o con un ambiente poco pulito, possono riscontrare problemi gastro-intestinali, primo tra tutti la dissenteria. I suinetti a causa di questa malattia sono deboli, mangiano e crescono poco e, difficilmente, arrivano al peso desiderato.

Con K Prestep i tuoi suinetti potranno dire addio alla diarrea

K Prestep, aggiunto alla razione delle scrofe, stimola la corretta funzionalità digestiva del tratto gastro-intestinale riducendo la possibilità dell’animale di contrarre le più comuni infezioni batteriche dell’allevamento suino. Lo streptococco è il patogeno più diffuso e la prima causa di diarree nei giovani animali perché alla nascita il tratto intestinale è microbiologicamente sterile e con poca immunità nei confronti dei batteri patogeni. Grazie all’azione antibatterica e antinfiammatoria di K Prestep, è possibile ridurre la carica microbica intestinale della scrofa nell’ambiente circostante. I suinetti a contatto con le deiezioni della madre non contrarranno l’infezione da streptococco e così svilupperanno un buon sistema immunitario che li farà stare bene, li farà mangiare di più e gli permetterà di convertire meglio l’alimento.

K Prestep è la tecnologia fitoterapica che appartiene a Nutri Salus, la soluzione nutrizionale che riduce l’uso degli antibiotici in allevamento.

Con K Prestep addio streptococchi

Le prove effettuate in allevamenti suinicoli italiani, aggiungendo K Prestep alla razione delle scrofe, hanno dimostrato che il numero di suinetti trattati con antibiotici per infezioni da streptococco si è ridotto del 99%. Gli animali si presentavano generalmente più belli e più pesanti.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179