Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Articoli Progetto Optiporc

13 Gen

By

Come portare al parto vacche e scrofe nella migliore condizione corporea

13 Gennaio 2020 | By |

Animali troppo magri o troppo grassi non affrontano bene la gravidanza

Per affrontare al meglio la gravidanza, vacche e scrofe devono essere nella miglior condizione corporea possibile. Non devono essere né troppo magre, né troppo grasse perché, in caso contrario, potrebbero avere parti languidi e difficili recuperi nel post-parto. Anche la qualità e la quantità di latte prodotto può essere compromessa se gli animali vengono nutriti in maniera inadeguata. Proprio per questo, è importante soddisfare i loro fabbisogni nutrizionali.

Nutrizione antinfiammatoria, animali sani e ben sviluppati

Nutri Salus è la soluzione alimentare che consente agli allevatori di ottenere vacche e scrofe con la conformazione fisica ideale per affrontare al meglio la gestazione. Per essere considerato tale, questo approccio nutrizionale deve soddisfare tre requisiti fondamentali: ridurre l’utilizzo degli antibiotici in allevamento, generare un bilancio economico positivo per l’azienda e migliorare la qualità della vita dell’allevatore.

Nutri Salus riesce in tutto questo nutrendo gli animali con un’alimentazione dal potere antinfiammatorio, basata sul corretto rapporto Omega 6/Omega 3, che consente di avere animali sani e ben sviluppati. I suoi ingredienti naturali, utilizzati anche in fitoterapia veterinaria, disinfiammano l’animale e riducono lo stress dovuto alla gravidanza. In questo modo i parti sono più semplici e avvengono senza l’intervento del veterinario.

Nutri Salus migliora la condizione corporea degli animali

Nutrendo gli animali con Nutri Salus la razione zootecnica viene riequilibrata secondo il corretto rapporto Omega 6/Omega 3. Questo equilibrio consente agli allevatori di vacche da latte di migliorare la condizione corporea (BCS) delle bovine e di ridurre i trattamenti antibiotici destinati all’induzione del parto. Con Nutri Salus anche le scrofe arrivano al parto in condizioni ottimali, più forti e meno stressate. Le nidiate sono più omogenee e, di conseguenza, i problemi al parto vengono ridotti considerevolmente.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

 

10 Gen

By

Migliorare la fertilità in allevamento a partire dalla corretta nutrizione dei giovani animali

10 Gennaio 2020 | By |

Animali alimentati male si ingravidano in ritardo

La scarsa fertilità è una condizione molto frequente negli allevamenti e, per l’allevatore, rappresenta una grave perdita economica. I fattori che influenzano l’efficienza riproduttiva sono molteplici, primo tra tutti, l’alimentazione. La scorretta nutrizione dell’animale in crescita e le patologie correlate, infatti, possono ritardare l’inizio della carriera riproduttiva aumentando quelli che sono i costi alimentari e gestionali per la “messa in moto” dell’animale.

Nutri Salus: la migliore soluzione per far partire bene gli animali

Nutri Salus, con la sua soluzione alimentare, pone la massima attenzione a tutte le fasi produttive dell’allevamento, con particolare attenzione alla nutrizione dei giovani animali. È proprio a partire dalla nascita che si creano le basi per ottenere animali sani, ben sviluppati e che abbiano le condizioni fisiologiche ideali per sostenere una futura gravidanza.

Nutri Salus fa tutto questo nutrendo gli animali con una razione sana ed equilibrata, dal potere antinfiammatorio, che modula i processi infiammatori e riequilibra la razione zootecnica secondo il corretto rapporto Omega 3/Omega 6.  I suoi ingredienti naturali, utilizzati anche in fitoterapia veterinaria, regolano il pH intestinale e potenziano il sistema immunitario degli animali promuovendo la crescita della flora batterica positiva e contrastando quella patogena.

Manze e scrofette sane, pronte per la gravidanza

Utilizzando la soluzione alimentare Nutri Salus si ottengono animali sani e pronti ad affrontare la loro prima gestazione. Ottimi risultati sono stati raggiunti nel Nord Italia, sia per le vacche da latte che per i suini. Con Nutri Salus l’allevatore anticipa l’età al primo parto per le manze e porta un maggior numero di scrofette alla gravidanza. Questo gli consente di risparmiare sui costi alimentari e sui trattamenti antibiotici per il trattamento delle patologie, migliorando così la redditività aziendale.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

03 Gen

By

Nutri Salus, animali ancora più sani con meno antibiotici

3 Gennaio 2020 | By |

Gli antibiotici rappresentano un rischio per persone, animali e ambiente

Molte persone pensano che gli antibiotici rappresentino ancora l’unico mezzo funzionante per il controllo delle malattie infettive nel settore zootecnico. Questo perché immaginano di non avere alternative ugualmente funzionanti. L’utilizzo inadeguato di antibiotici in allevamento, inoltre, ha dato vita al fenomeno dell’antibiotico-resistenza, un grave pericolo per la salute delle persone, degli animali e dell’ambiente. Proprio per questo nasce l’esigenza di individuare metodi alternativi da applicare negli allevamenti. Nutri Salus è uno di questi.

Nutri Salus migliora la qualità della vita dell’allevatore e il benessere dei suoi animali

Nutri Salus è la soluzione più sicura che ti permette di ridurre efficacemente l’utilizzo degli antibiotici in allevamento. Da molti anni, lo fa attraverso un’alimentazione antinfiammatoria, unica nel suo genere, che riequilibra il corretto rapporto Omega 6/Omega 3 della razione e che regola il pH intestinale. Grazie ai suoi ingredienti naturali, favorisce la moltiplicazione della flora batterica positiva e potenzia il sistema immunitario degli animali. Nutri Salus, inoltre, impiega la fitoterapia veterinaria come una valida alternativa ai trattamenti antibiotici. I benefici antimicrobici di spezie, oli essenziali ed altri estratti naturali combattono gli agenti patogeni presenti nell’organismo e favoriscono l’assorbimento delle sostanze nutritive.

Con Nutri Salus migliora la qualità della vita dell’allevatore, aumenta il benessere degli animali e le performance dell’allevamento.

Con Nutri Salus, grandi soddisfazioni in tutto il Nord Italia

Affidabili e soddisfacenti sono le esperienze di campo che, col passare degli anni, Nutri Salus ha raccolto nelle aziende del Nord Italia.

Grazie all’alimentazione Nutri Salus tre allevamenti bovini delle province di Lodi, Pavia e Reggio-Emilia sono riusciti ad eliminare completamente l’uso degli antibiotici per il trattamento delle diarree nei loro vitelli. Anche negli allevamenti suini la soddisfazione è tanta, come quella di un nostro allevatore del mantovano che, finalmente, ha ottenuto la certificazione come azienda antibiotic-free a partire dalla nascita dei suinetti.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

 

02 Gen

By

Nutri Salus, la soluzione alimentare per ridurre l’utilizzo degli antibiotici in allevamento

2 Gennaio 2020 | By |

L’Unione Europea obbliga gli allevatori a ridurre, almeno del 30%, l’uso degli antibiotici

In Italia, la resistenza agli antibiotici si mantiene tra le più elevate d’Europa e rappresenta una delle maggiori minacce per la salute pubblica. Proprio per questo dal 2020, l’Unione Europea e il Ministero della Salute hanno deciso di fronteggiare il problema attraverso un sistema di sorveglianza e monitoraggio che prevede la riduzione, almeno del 30%, del consumo di antibiotici nel settore veterinario. Un utilizzo non corretto degli antibiotici in medicina veterinaria può infatti comportare gravi rischi per la salute umana, animale e per l’ambiente.

Nutri Salus, una sicurezza per l’allevatore

Nutri Salus è la soluzione nutrizionale che riduce l’utilizzo degli antibiotici in allevamento. Un’alimentazione Nutri Salus, per essere definita tale, in primo luogo deve poter soddisfare la richiesta dell’Unione Europea di ridurre, almeno del 30%, l’utilizzo degli antibiotici nel settore zootecnico. Lo fa con un’alimentazione specifica per gli animali, con precise prove di campo e con un servizio tecnico attento che accompagna l’allevatore verso il raggiungimento di ambiziosi obiettivi aziendali. Il secondo punto di forza di Nutri Salus è quello di essere in grado di generare un bilancio economico positivo per l’allevatore, al netto dei costi alimentari sostenuti. Infine, Nutri Salus migliora anche la qualità della vita dell’allevatore che, avendo animali ancora più sani, può diminuire il tempo dedicato al trattamento delle patologie.

Antibiotici: -35% nell’allevamento bovino e aziende suinicole antibiotic-free

Gli allevatori che utilizzano l’alimentazione Nutri Salus hanno raggiunto ottimi risultati. Per il trattamento delle mastiti, delle patologie podali e di quelle respiratorie nell’allevamento delle bovine da latte, si è riscontrata una riduzione media degli antibiotici del 35%, oltre a quanto imposto dall’Unione Europea. Anche nel settore suinicolo sono stati ottenuti ottimi successi, in particolare nel mantovano. Nel primo allevamento siamo riusciti ad eliminare totalmente gli antibiotici sin dalla nascita, mentre nel secondo caso, attraverso la corretta alimentazione della scrofa, non si utilizzano più antibiotici per il trattamento delle infezioni causate da Escherichia coli, streptococchi e coccidi.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

02 Gen

By

La soluzione globale per contrastare la diarrea da Escherichia coli nei suinetti

2 Gennaio 2020 | By |

L’Escherichia coli minaccia la salute dei suinetti e la redditività dell’allevamento

L’infezione intestinale da Escherichia coli costituisce una delle principali cause di perdita economica per l’allevamento suino. Alla nascita, infatti, il tratto intestinale dei suini è microbiologicamente sterile e molto sensibile all’attacco di microrganismi patogeni. Proprio per questo, la patologia colpisce i giovani animali e si manifesta con diarrea e un minor accrescimento dei suinetti.

Deatech ha la soluzione globale contro la diarrea da Escherichia coli

Nutrire bene la scrofa è il primo passo per ottenere suinetti sani e forti. Proprio per questo, la nostra soluzione nutrizionale accompagna i tuoi animali in un percorso su misura, studiato per contrastare efficacemente la diarrea causata da Escherichia coli.

Forcix, composto da una miscela di estratti vegetali ed oli essenziali, è la soluzione più sicura per prevenire i disturbi digestivi nei suinetti. Aggiunto all’alimentazione della scrofa 5 giorni prima del parto, limita l’escrezione dei patogeni fecali e riduce la contaminazione dei suinetti appena nati preservando la loro l’integrità intestinale.

Tegacid ha un effetto fungistatico e battericida che migliora la qualità sanitaria degli alimenti e dell’acqua. Infatti, aggiungendolo alla razione di scrofe e suinetti, riduce il pH gastrico e inibisce la crescita di microrganismi patogeni a livello intestinale. È composto da acido butirrico ed altri acidi grassi che rigenerano la mucosa intestinale e migliorano l’assorbimento dei nutrienti.

Con AG3 80, a base di semi di lino estrusi e selezionati per il loro contenuto in Omega 3, i parti della scrofa sono più semplici e più veloci. I suinetti nati da scrofe nutrite con AG3 80 hanno un sistema immunitario più forte, dovuto all’assunzione di un colostro più ricco di immunoglobuline. AG3 80, inoltre, aumenta la permeabilità intestinale dei suinetti e promuove il corretto assorbimento dei nutrienti della razione.

Tutte le soluzioni contro la diarrea nei suinetti fanno parte di Nutri Salus, l’alimentazione naturale che riduce l’uso degli antibiotici in allevamento.

La soluzione nutrizionale che sconfigge la diarrea

Gli allevatori che hanno utilizzato la soluzione nutrizionale Deatech sono riusciti a prevenire, nel miglior modo, la comparsa di diarrea da Escherichia coli in allevamento. I suinetti sono sani, forti e senza diarrea. Tutto questo ha permesso di ottenere ottime crescite degli animali e di ridurre la spesa per il trattamento antibiotico della patologia.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

30 Dic

By

Nutrire al meglio le scrofe per ridurre la diarrea nei suinetti in modo efficace

30 Dicembre 2019 | By |

Le feci infette delle scrofe causano diarrea nei suinetti

La prima causa di diarrea nei suinetti è l’Escherichia coli, uno dei patogeni più frequenti dell’allevamento suinicolo. La patologia contratta dai giovani animali è dovuta principalmente ad una contaminazione da Escherichia coli dell’ambiente circostante, proveniente dalle feci infette delle scrofe. Il patogeno, una volta entrato nell’organismo dei suinetti, aderisce alla mucosa intestinale riducendo l’assorbimento di acqua e provocando diarrea.

I benefici di AG3 80 per scrofe e suinetti

AG3 80 è la soluzione più sicura per ottenere suinetti sani e forti. Fa parte di Nutri Salus, l’alimentazione naturale che riduce l’uso degli antibiotici in allevamento. Grazie alla sua preziosa composizione a base di semi di lino selezionati per il loro contenuto in Omega 3 e sottoposti ad un processo termico di cottura unico e brevettato, migliora la digeribilità dell’alimento.

AG3 80, aggiunto all’alimentazione delle scrofe durante la gestazione e la lattazione ha diversi effetti positivi. In primo luogo, i parti avvengono in modo più semplice e veloce. Questo avviene grazie alla materia grassa, altamente digeribile, contenuta nei semi di lino che rilassa le pareti uterine delle scrofe, riducendo così la durata media dei parti. Dopo aver aggiunto AG3 80 alla razione, anche il colostro e il latte delle scrofe sono soggetti ad un incremento della qualità, infatti, il contenuto di immunoglobuline del colostro aumenta considerevolmente.

Suinetti più sani e meno diarrea in allevamento

Le scrofe, nutrite con AG3 80, hanno ottimi parametri riproduttivi ed un migliore vigore della nidiata. La durata del parto si riduce in modo importante ed i suinetti nati sono quindi più sani e forti. Nutrire bene la scrofa è quindi fondamentale per migliorare l’immunità dei suinetti e ottenere animali meno soggetti alla comparsa di diarrea.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

24 Dic

By

Come migliorare l’assorbimento dei nutrienti per ridurre la diarrea da Escherichia coli nei suinetti

24 Dicembre 2019 | By |

Escherichia coli, un microrganismo molto frequente nell’allevamento di suini

L’Escherichia coli è un microrganismo molto diffuso nell’acqua, nell’ambiente e nell’intestino degli animali. Proprio per questo, l’ingestione di acqua o alimenti contaminati è in grado di provocare casi di diarrea nell’allevamento suinicolo. La patologia determina un mancato assorbimento dei nutrienti a livello intestinale e si manifesta con feci fluide, disidratazione e perdita della condizione corporea.

AG3 80, la soluzione per ridurre la diarrea in allevamento

AG3 80 è la soluzione alimentare che fa parte di Nutri Salus, l’approccio nutrizionale che riduce l’uso degli antibiotici in allevamento.

AG3 80 è particolarmente adatto alla nutrizione delle scrofe e viene utilizzato dagli allevatori per ottenere suinetti forti, sani e, allo stesso tempo, per ridurre l’incidenza della diarrea in allevamento. L’ingrediente chiave di AG3 80 sono i semi di lino che vengono selezionati appositamente per il loro contenuto in Omega 3. Inoltre, per fornire acidi grassi prontamente disponibili alle scrofe, i semi di lino vengono sottoposti ad un processo termico unico e brevettato: l’estrusione. È proprio aggiungendo AG3 80 alla razione delle scrofe in gravidanza e in lattazione che si migliora lo stato di salute dei suinetti. Gli animali nascono con un sistema immunitario più forte, capace di contrastare efficacemente l’attacco dei patogeni a livello intestinale.

Riduzione della diarrea nei suinetti

Nutrire le scrofe con AG3 80 ha permesso agli allevatori di dare vita a suinetti sani, forti e senza diarrea. Questo è principalmente dovuto all’assunzione di un colostro di elevata qualità, più ricco di immunoglobuline, che migliora lo stato di salute degli animali, rinforza il loro sistema immunitario e li protegge dall’attacco di microrganismi patogeni. AG3 80, inoltre, aumenta la permeabilità intestinale dei suinetti e promuove il corretto assorbimento dei nutrienti della razione.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

24 Dic

By

Una buona alimentazione delle scrofe per suinetti sani e senza diarrea da E. coli

24 Dicembre 2019 | By |

Le feci delle scrofe infettano i suinetti

All’interno di un allevamento di suini esistono diversi patogeni che causano diarrea nei suinetti. Uno di questi è l’Escherichia coli che viene trasmesso dalle scrofe ai suinetti attraverso la contaminazione del canale del parto, durante la nascita, oppure tramite il contatto con le feci infette. Contratta la patologia, i primi sintomi visibili nei suinetti sono una leggera perdita della condizione corporale, disidratazione e diarrea acquosa.

Tegacid, la soluzione per le scrofe in gestazione e lattazione

Tegacid è una delle tecnologie di Nutri Salus, la soluzione alimentare che riduce l’uso degli antibiotici in allevamento. La sua composizione, a base di acido butirrico ed altri acidi grassi, determina un effetto antimicrobico, battericida e fungistatico che migliora la qualità sanitaria degli alimenti e dell’acqua per le scrofe. Attraverso la riduzione del pH gastrico, aumenta la digeribilità dei nutrienti e migliora la composizione della flora batterica intestinale. È proprio aggiungendo Tegacid alla razione delle scrofe in gestazione e lattazione che si migliora la flora batterica positiva prevenendo i problemi digestivi provocati da batteri coliformi.

Tegacid rompe la catena di contagio tra scrofe e suinetti e blocca la trasmissione verticale dei patogeni. Così facendo, la mortalità e le diarree nei suinetti si riducono efficacemente anche senza dover ricorrere a trattamenti antibiotici.

Con Tegacid, scrofe pulite e suinetti senza diarrea

Utilizzando Tegacid nell’alimentazione delle scrofe si è notato un duplice effetto positivo. Le scrofe mangiano di più, hanno meno mastiti e meno problemi riproduttivi, mentre i suinetti sono in salute e molto più forti. Questo ha permesso agli allevatori di ridurre in modo considerevole i casi di diarrea e i trattamenti antibiotici in allevamento.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

20 Dic

By

Contrastare efficacemente la diarrea nei suinetti migliorando l’assorbimento dei nutrienti

20 Dicembre 2019 | By |

Le infezioni da Escherichia coli causano diarrea nei suinetti

Negli allevamenti di suini, l’Escherichia coli, costituisce ancor oggi un grosso problema per la salute dei suinetti. Normalmente l’infezione viene trasmessa dalla scrofa alle nidiate a causa della contaminazione fecale degli ambienti. L’Escherichia coli, introdotto nell’organismo, riesce così a colonizzare l’intestino dei suinetti causando debolezza degli animali, diarrea e rallentamento della crescita.

Tegacid, tanti vantaggi in un’unica soluzione

Tegacid, in polvere o aggiunto all’acqua di abbeverata, è la perfetta soluzione per migliorare lo stato di salute dei suinetti durante il post-svezzamento. Grazie alla sua speciale composizione, a base di acido butirrico ed altri acidi grassi volatili, riduce rapidamente il pH dello stomaco dei suinetti aumentando la lunghezza dei villi intestinali. Così facendo, la superficie di assorbimento dei nutrienti aumenta e migliora la digestione gastrica ed intestinale dell’animale. Tegacid ha anche un’azione battericida che inibisce la crescita di microrganismi patogeni a livello intestinale, stimolando lo sviluppo di batteri positivi, i lattobacilli.

Con una corretta digestione dell’alimento ed un miglior assorbimento dei nutrienti si ha un doppio vantaggio per i suinetti. In primo luogo, si riducono efficacemente i casi di diarrea in allevamento e, inoltre, l’incremento del peso medio giornaliero migliora significativamente. Tutto questo è possibile anche senza trattamenti antibiotici, ed è per questo che Tegacid fa parte di Nutri Salus, la soluzione alimentare che riduce l’uso degli antibiotici in allevamento.

99% dei suinetti senza diarrea

Gli allevatori italiani che utilizzano Tegacid, sia nell’acqua di abbeverata che nella razione dei suinetti in post-svezzamento, hanno il 99% di suinetti in ottimo stato di salute, anche senza l’utilizzo di antibiotici. Gli animali non hanno presentato casi di diarrea, sono sani e crescono perfettamente. Tegacid inoltre, grazie alla riduzione delle patologie gastro-intestinali, aumenta del +8% l’incremento del peso medio giornaliero.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

18 Dic

By

Migliorare la digestione dei suinetti per prevenire la comparsa di diarrea

18 Dicembre 2019 | By |

La ridotta digestione provoca un ambiente favorevole allo sviluppo dei patogeni

Le infezioni da Escherichia coli sono molto comuni negli allevamenti di suini e colpiscono frequentemente gli animali giovani, i suinetti. Durante la fase di svezzamento il cambio della dieta e lo stress causato dalla separazione della scrofa provocano una ridotta digestione dell’alimento. Questo si traduce in un ambiente favorevole per la crescita dei microrganismi responsabili di diarrea.

Tegacid migliora la digeribilità dei nutrienti

Tegacid è la soluzione perfetta per continuare a contrastare efficacemente la diarrea da Escherichia coli in allevamento, anche senza l’uso degli antibiotici. È per questo che Tegacid fa parte di Nutri Salus, l’alimentazione naturale che riduce l’utilizzo degli antibiotici in allevamento.

Tegacid è semplice da utilizzare e si adatta ad ogni realtà aziendale. La soluzione in forma liquida, si diluisce comodamente nell’acqua di abbeverata dei suinetti, mentre quella in polvere, si aggiunge semplicemente alla razione degli animali. La sua composizione a base di acido butirrico ed altri acidi grassi volatili riduce rapidamente il pH dello stomaco dei suinetti aumentando la digeribilità gastrica e quella dei nutrienti. La riduzione del pH ha anche un effetto antimicrobico perché riduce la quantità di materiale indigerito creando una condizione sfavorevole per lo sviluppo dei microrganismi, primo tra tutti, l’Escherichia coli.

La migliore digeribilità e la formazione di un ambiente sfavorevole per i patogeni sono una garanzia per prevenire efficacemente la comparsa di diarrea nei suinetti.

 -88% riduzione della diarrea in allevamento

Utilizzando contemporaneamente Tegacid L Plus e Tegacid P, si ha un effetto sinergico delle tecnologie che porta all’ottenimento di risultati sempre migliori in allevamento. Gli allevatori hanno visto con i loro occhi un netto miglioramento dello stato di salute dei loro animali, con una riduzione dell’88% dei casi di diarrea in allevamento.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179