Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Articoli Progetto Optiporc

15 Nov

By

Come aumentare il peso della nidiata riducendo diarree e antibiotici

15 Novembre 2019 | By |

Streptococco, il patogeno silente degli allevamenti

Lo streptococco è un patogeno che causa pericolosi casi di diarrea nei suinetti e si trova comunemente negli allevamenti suinicoli italiani. I sintomi nella scrofa sono poco evidenti e l’infezione viene facilmente trasmessa ai suinetti. Questo avviene perché i giovani animali nascono con un sistema immunitario debole che li rende più esposti alle infezioni durante il parto o attraverso il contatto con le feci della madre.

AG3 80, un secchio d’acqua fredda per le infiammazioni

La soluzione più sicura per i tuoi suini è AG3 80 l’esclusiva tecnologia che, aggiunta all’alimentazione delle scrofe, ti permette di avere risultati in tempi rapidi. Mentre usi AG3 80, le tue scrofe ed i tuoi suinetti cominciano subito ad avere dei benefici. Le scrofe sono in salute, sono meno infiammate e hanno un sistema immunitario molto forte che gli consente di vincere la lotta allo streptococco. L’animale si trova quindi in condizioni fisiche ottimali ed è pronto per affrontare, più tranquillamente, il delicato momento del parto.

AG3 80, grazie alla sua ricchezza in Omega 3, agisce rafforzando il sistema immunitario e contrastando le infiammazioni della scrofa. È un po’ come buttare un secchio di acqua fredda per spegnere un fuoco. Così facendo, la scrofa è sana, senza batteri e produce un colostro con più immunoglobuline che rendono più forti i tuoi suinetti.

AG3 80 è una tecnologia di Nutri Salus, la soluzione alimentare che riduce l’uso degli antibiotici in allevamento.

+ 10% di peso della nidiata allo svezzamento

Subito dopo aver comodamente utilizzato AG3 80 nell’alimentazione delle scrofe, gli allevatori hanno visto con i loro occhi grandi benefici. Infatti, con questa soluzione, si sono ridotti i casi di diarrea nei suinetti ed il peso della nidiata allo svezzamento è aumentato del 10%. Suinetti più sani, più pesanti e più forti hanno permesso agli allevatori più accorti di ridurre l’uso degli antibiotici per il trattamento delle diarree.

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

 

13 Nov

By

Come risolvere le infezioni da streptococco in post-svezzamento

13 Novembre 2019 | By |

Lo stress dello svezzamento indebolisce i suinetti

I suinetti, durante il passaggio dalla sala parto ai box di gruppo, si trovano a dover affrontare condizioni di stress. Questo avviene a 28 giorni di vita quando il suinetto viene allontanato dalla madre e l’alimentazione passa da liquida a solida. Proprio per questa condizione di stress, il sistema immunitario e le sue difese si abbassano rendendo gli animali sensibili alle infezioni da streptococco.

Un sistema immunitario forte per suinetti più sani

Tegacid crea uno scudo che aiuta a proteggere la flora batterica positiva dei suinetti per creare un sistema immunitario forte e ben strutturato. Questo è il punto di partenza che consente agli animali di combattere le infezioni da streptococco, uno dei patogeni più comuni dell’allevamento suino responsabile di molte diarree. Tegacid, in polvere o aggiunto all’acqua di abbeverata, aiuta i suinetti ad affrontare al meglio il difficile momento del post-svezzamento. Lo fa attraverso un duplice effetto positivo. In primo luogo, crea un ambiente sfavorevole allo sviluppo dello streptococco e, inoltre, rende i suinetti più forti e pronti a combattere le potenziali infezioni presenti nell’ambiente.

Tegacid è la tecnologia cha appartiene a Nutri Salus, la soluzione nutrizionale che riduce l’uso degli antibiotici nell’allevamento suino.

Più suinetti sani, meno streptococchi e meno antibiotici

Dalle prove effettuate in allevamenti italiani è stato dimostrato che, i suinetti di 28 giorni che hanno assunto Tegacid tramite l’alimentazione o l’acqua di abbeverata, erano più sani e non presentavano più casi di diarrea da streptococco. Tutto questo si è tradotto in una riduzione dei trattamenti con antibiotici.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

08 Nov

By

Evitare le infezioni da streptococco agendo sulla flora intestinale positiva

8 Novembre 2019 | By |

Intestino che hai, batteri che trovi

L’intestino dei suini è popolato da una flora microbica positiva e anche da una piccola quota di batteri patogeni, primo tra tutti lo streptococco, il patogeno responsabile dei problemi gastro-intestinali nei suinetti. La presenza di questo microrganismo è essenzialmente dovuta ad un pH intestinale elevato che rende le pareti dell’intestino un ambiente adatto alla sua proliferazione.

La soluzione è Tegacid

Per combattere ancora più efficacemente le infezioni da streptococco nei suinetti, è fondamentale affiancare ad un prodotto fitoterapico una soluzione capace di regolare la flora microbica intestinale degli animali. Proprio per questo, la migliore soluzione è Tegacid che appartiene a Nutri Salus, la soluzione nutrizionale che riduce l’uso degli antibiotici in allevamento. Tegacid agisce a livello gastrico e intestinale favorendo lo sviluppo della flora batterica positiva ed il corretto equilibrio digestivo. Utilizzando Tegacid in forma liquida (Tegacid L Plus) nell’acqua di abbeverata, o in polvere (Tegacid P) nel mangime del suinetto, finalmente sarà possibile aumentare la qualità sanitaria degli alimenti. L’effetto antimicrobico, battericida e fungistatico di Tegacid crea un ambiente intestinale sfavorevole allo sviluppo degli streptococchi riducendo i problemi gastro-intestinali dei suinetti.

Niente più streptococchi per i suinetti

Da prove effettuate in allevamenti suinicoli italiani è emerso che, utilizzando Tegacid sia in forma liquida che in polvere, la mortalità dei suinetti dovuta alle pericolose infezioni da streptococco si è ridotta drasticamente. Inoltre, con Tegacid, i suinetti sani hanno aumentato il consumo di acqua e l’ingestione del mangime.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

06 Nov

By

Come evitare le infezioni da streptococco nei suinetti

6 Novembre 2019 | By |

I problemi enterici dei suinetti arrivano dalla scrofa

I problemi enterici sono uno dei problemi più frequenti negli allevamenti suinicoli italiani. La maggior parte delle diarree neonatali sono infatti causate da agenti infettivi, primo tra tutti lo streptococco che viene trasmesso ai suinetti direttamente dalla scrofa. È quindi importante ridurre i patogeni e le situazioni di stress che possono intervenire nell’allevamento attraverso il controllo dell’alimentazione della scrofa.

L’alimentazione della scrofa per la salute del suinetto

Per ottenere suinetti sani è fondamentale evitare che le infezioni da streptococco si sviluppino all’interno dell’allevamento suino e vadano a compromettere la salute dell’intestino degli animali. La salute intestinale è il risultato dell’interazione tra una dieta con il corretto rapporto Omega 6/Omega 3, tra i microrganismi intestinali e tra K Prestep. K Prestep stimola la corretta funzionalità digestiva del tratto gastro-intestinale con un’azione antibatterica e antinfiammatoria che riduce la carica microbica intestinale della scrofa. Proprio per questo, i suinetti sviluppano un buon sistema immunitario che li farà essere sani e in forma.

K Prestep è la tecnologia fitoterapica che appartiene a Nutri Salus, la soluzione nutrizionale che riduce l’uso degli antibiotici in allevamento.

Solo l’1% di streptococchi

Da prove effettuate in allevamenti suinicoli italiani è emerso che, prima dell’utilizzo di K Prestep, tutti i suinetti avevano un’infezione da streptococchi. Nutrendo le scrofe in modo equilibrato con una dieta dal corretto apporto Omega 6 – Omega 3 e utilizzando K Prestep, i casi di infezione da streptococco nei suinetti si sono ridotti all’1%. Gli animali, si sono presentati più belli, sani e questo ci ha permesso di ridurre drasticamente i trattamenti con antibiotici.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

 

 

31 Ott

By

Come ti sentiresti se i tuoi suinetti non avessero più diarree?

31 Ottobre 2019 | By |

Le patologie gastro-intestinali provocano gravi danni alla salute dei tuoi suinetti

I suinetti acquisiscono gradualmente il loro sistema immunitario attraverso la placenta e il colostro della madre. Proprio per questo, i giovani animali hanno le difese immunitarie basse e, se entrano a contatto con scrofe portatrici sane di streptococchi o con un ambiente poco pulito, possono riscontrare problemi gastro-intestinali, primo tra tutti la dissenteria. I suinetti a causa di questa malattia sono deboli, mangiano e crescono poco e, difficilmente, arrivano al peso desiderato.

Con K Prestep i tuoi suinetti potranno dire addio alla diarrea

K Prestep, aggiunto alla razione delle scrofe, stimola la corretta funzionalità digestiva del tratto gastro-intestinale riducendo la possibilità dell’animale di contrarre le più comuni infezioni batteriche dell’allevamento suino. Lo streptococco è il patogeno più diffuso e la prima causa di diarree nei giovani animali perché alla nascita il tratto intestinale è microbiologicamente sterile e con poca immunità nei confronti dei batteri patogeni. Grazie all’azione antibatterica e antinfiammatoria di K Prestep, è possibile ridurre la carica microbica intestinale della scrofa nell’ambiente circostante. I suinetti a contatto con le deiezioni della madre non contrarranno l’infezione da streptococco e così svilupperanno un buon sistema immunitario che li farà stare bene, li farà mangiare di più e gli permetterà di convertire meglio l’alimento.

K Prestep è la tecnologia fitoterapica che appartiene a Nutri Salus, la soluzione nutrizionale che riduce l’uso degli antibiotici in allevamento.

Con K Prestep addio streptococchi

Le prove effettuate in allevamenti suinicoli italiani, aggiungendo K Prestep alla razione delle scrofe, hanno dimostrato che il numero di suinetti trattati con antibiotici per infezioni da streptococco si è ridotto del 99%. Gli animali si presentavano generalmente più belli e più pesanti.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

30 Ott

By

Come risolvere le infezioni da streptococco in allevamento

30 Ottobre 2019 | By |

Quando la scrofa mangia bene il suinetto sta meglio

La scrofa, già durante la gravidanza, può andare incontro a infezioni da streptococco dovute all’introduzione di nuovi animali in allevamento e ad una continua esposizione a deiezioni e secrezioni. Contratta l’infezione, la scrofa diventa portatrice sana di streptococchi e, durante il parto, trasmette il patogeno ai suinetti causando seri problemi di artrite (arti gonfi e doloranti), diarree, febbre e problemi respiratori.

La soluzione è K Prestep

La migliore risposta per interrompere la trasmissione degli streptococchi dalla scrofa ai suinetti è K Prestep, la tecnologia che stimola l’attività e la funzionalità digestiva della scrofa svolgendo un’azione antibatterica ed antinfiammatoria sui patogeni intestinali, in particolare sullo streptococco. K Prestep, aggiunto alla razione della scrofa, abbassa la carica microbica presente nel canale del parto e nelle deiezioni riducendo il rischio dei suinetti di contrarre le infezioni da streptococco durante e subito dopo il parto. In questo modo i suinetti sviluppano ottime difese immunitarie che li rendono forti e capaci di combattere attivamente le infezioni.

K Prestep è la tecnologia fitoterapica che appartiene a Nutri Salus, la soluzione nutrizionale che riduce l’uso degli antibiotici in allevamento.

-99% di suinetti trattati con antibiotici

Somministrando K Prestep nella razione delle scrofe abbiamo dimostrato il netto calo di suinetti che hanno contratto infezioni da streptococchi. Le prove effettuate in allevamenti italiani hanno infatti evidenziato come, con l’utilizzo di K Prestep, il numero di suinetti trattati con antibiotici si è ridotto del 99%.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

16 Ott

By

COME AUMENTARE LA RESA DI PRODUZIONE DI ALIMENTI SANI

16 Ottobre 2019 | By |

L’animale, mangiando alimenti di scarsa qualità, si ammala

Produrre foraggi e concentrati di alta qualità è fondamentale per avere animali più sani ed efficienti. Infatti, animali nutriti con alimenti di scarsa qualità, mangiano meno e si ammalano. Proprio per questo, è fondamentale lavorare bene già a partire dal campo producendo alimenti sani e con qualità organolettiche superiori che permettano agli animali di stare meglio e produrre di più.

La soluzione è Agri Salus

Agri Salus è la soluzione che aumenta la sanità e la resa di produzione delle piante destinate alla nutrizione animale. Per questo lavora a partire dal campo, analizzando e monitorando lo stato di salute della coltivazione attraverso specifiche immagini satellitari e utilizzando prodotti naturali, a base di estratti vegetali, in grado di stimolare la crescita e le difese delle piante. Le colture sono più forti e resistenti e, di conseguenza, anche la sanità delle materie prime che arrivano alla bocca dell’animale sarà migliore.

+15% di resa di produzione di alimenti sani

Agri Salus, in diverse aziende di Lombardia, Piemonte ed Emilia-Romagna ha aumentato l’altezza media e la copertura vegetativa del mais da granella, pastone e trinciato. Il maggior sviluppo della pianta ha portato ad un aumento medio del 15% della resa di produzione.

Vieni a trovarci alla fiera di Cremona (stand 265 – pad. 2) per incontrare i nostri tecnici e scoprire Agri Salus.

03 Ott

By

📣ANNUNCIO IMPORTANTE: FACEBOOK DEATECH📣

3 Ottobre 2019 | By |

La pagina Facebook Progetto Omega diventerà la pagina aziendale di Deatech, mentre quella del Progetto Optiporc sarà “congelata”.

La nuova pagina Deatech sarà più ricca e con contenuti relativi sia all’allevamento bovino 🐮 che a quello suino 🐷. La grafica è stata rivisitata per renderla più chiara, leggibile e accattivante.

Siamo sempre noi, solo con un nome diverso ☺️

Una pagina così non l’avevi mai vista, continua a seguirci per rimanere aggiornato.

07 Giu

By

SUINI: CORRIAMO AL RIPARO DAL CALDO

7 Giugno 2019 | By |

Cosa fanno ogni anno gli allevatori di suini quando le temperature aumentano? Si preparano alla gestione dello stress da caldo. Anche quest’anno noi di Deatech siamo pronti ad aiutarti ad aumentare, nel migliore dei modi, l’efficienza produttiva dei tuoi animali durante il periodo caldo con un programma alimentare su misura per la tua azienda.

A partire dal mese di aprile, fino a settembre, l’aumento medio delle temperature ambientali crea un’alterazione del comfort termico di verri e scrofe (12-20°C). Molto spesso questo limite viene superato creando problemi di salute a livello respiratorio, di ingestione, di riduzione delle performance e, nel peggiore dei casi, aumentando la mortalità.

La sala parto è la zona più critica, il reparto dove le scrofe sono più soggette allo stress da caldo a causa delle elevate quantità di alimento ingerito e all’importante attività metabolica che svolgono per la sintesi del latte. La difficoltà nel raffrescare questi spazi sta nei suinetti che, appena nati, necessitano di una fonte di calore, spesso fornita tramite l’installazione di lampade ad infrarossi riscaldanti. Il segreto sta proprio nel trovare il giusto equilibrio tra il comfort delle scrofe e quello dei suinetti.

Agendo preventivamente e salvaguardando la salute dei tuoi suini, sarà finalmente possibile ridare un’immagine positiva del tuo lavoro. Potrai comunicare ai consumatori, sempre più esigenti ed interessati alle tematiche etiche e sociali, che le scelte di un allevatore responsabile ed attento agiscono nel rispetto della salute e del benessere degli animali.

Immagina di aumentare l’efficienza economica del tuo allevamento in modo semplice, agendo sull’alimentazione. Finalmente potrai ridurre le perdite economiche e l’elevato tasso di mortalità dovuto allo stress da caldo. Riuscirai anche a mantenere buoni livelli di fertilità delle scrofe e di qualità del seme dei verri.

Vedrai con i tuoi occhi il miglioramento delle prestazioni in allevamento perché, essere affiancato durante il periodo caldo, ti aiuterà a ridurre le preoccupazioni, regalandoti tempo prezioso che migliorerà la qualità della tua vita.

OPTICALOR, LA SOLUZIONE ALLO STRESS DA CALDO

Dopo aver maturato tanta esperienza negli anni e visitando centinaia di aziende suinicole, abbiamo creato OPTICALOR, l’unico programma alimentare che riduce la quantità di calore corporeo prodotto dalla dieta. Utilizziamo tecnologie innovative che migliorano le performance produttive e riproduttive degli animali.

Ciò che rende il nostro programma OPTICALOR unico nel suo genere è la messa a punto di razioni personalizzate, formulate secondo parametri “estivi” e tecnologie innovative. Le nostre tecniche sono provate scientificamente, ideate per i periodi caldi e testate in campo su differenti realtà per ottenere dei risultati su misura aziendale.

 

20 Mag

By

OLI ESSENZIALI, IL PROFUMO DI BENESSERE IN ALLEVAMENTO

20 Maggio 2019 | By |

Negli ultimi anni si è assistito ad una rapida diffusione dei fenomeni di farmaco-resistenza da parte di funghi, batteri e virus che rappresenta un grave pericolo per la salute animale e umana. Noi di Deatech sappiamo bene quanto sia importante effettuare trattamenti preventivi ed efficaci in allevamento. Da anni lavoriamo per ridurre l’uso del farmaco e lo facciamo specializzandoci continuamente. Per questo, abbiamo partecipato al workshop di Roma tenuto dall’Istituto Superiore della Sanità per approfondire le potenzialità preventive degli oli essenziali applicabili in campo zootecnico.

Prevenzione alimentare

La frequente somministrazione di farmaci ad uso terapeutico veterinario si ritrova sotto forma di residui nel cibo che consumiamo ogni giorno. È quindi importante agire preventivamente sulla salute animale con oli essenziali naturali perché, rispetto alla medicina convenzionale, hanno il vantaggio di limitare efficacemente le infezioni escludendo fenomeni di farmaco-resistenza.

Prevenzione ambientale

Le feci di animali trattati con i farmaci convenzionali sono ricche di residui medicinali e chimici. La loro dispersione nell’ambiente genera un inquinamento ambientale che espone allevatori, operai e veterinari ad elevati rischi per la loro salute. Per mantenere una buona qualità dell’ambiente di allevamento, è importante utilizzare gli oli essenziali perché evitano l’accumulo di farmaci nelle feci animali impedendo la proliferazione in allevamento dei patogeni resistenti.

Prevenzione e benessere

Ridurre la somministrazione di farmaci, integrando nell’alimentazione oli essenziali naturali, è una valida soluzione per migliorare il benessere animale. Questo si riflette direttamente sulla qualità della vita dell’allevatore che, avendo animali in salute, ridurrà le azioni terapeutiche ed i costi relativi alle cure.

COME AGISCONO E COSA SONO GLI OLI ESSENZIALI

Gli oli essenziali vengono assorbiti attraverso le mucose e la pelle ed entrano nel circolo linfatico e sanguigno per poi raggiungere gli organi bersaglio. A differenza dei farmaci convenzionali, gli oli essenziali, costituiti da differenti molecole, agiscono contemporaneamente su più microrganismi patogeni. Possono essere somministrati all’interno della razione zootecnica o nell’acqua di abbeverata. Vengono anche impiegati localmente attraverso soluzioni dermatologiche per la cura di lesioni della pelle e come gel o pomate in caso d’infiammazioni e traumi.

Il grande interesse per l’utilizzo degli oli essenziali sta nel fatto che sono molecole naturali di origine vegetale, estratte da piante aromatiche. Per questi motivi vengono anche utilizzati in fitoterapia, la pratica che si avvale di piante officinali contenenti, in uno o più dei suoi organi (fiori, frutti, semi, foglie, gemme, radici, tuberi), sostanze usate a scopo preventivo.

In un contesto europeo volto alla riduzione dell’uso di farmaci, utilizzare antinfiammatori naturali e probiotici efficaci è una soluzione strategica per potenziare la risposta immunitaria. Noi di Deatech lo facciamo da anni utilizzando prodotti a base di oli essenziali per agire in prevenzione sull’alimentazione, sull’ambiente e sul benessere di animali ed allevatori.