Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Articoli Progetto Omega

18 Set

By

Migliorare la salute del piede delle bovine da latte a partire dall’alimentazione

18 Settembre 2020 | By |

I disturbi ai piedi condizionano l’efficienza dell’allevamento

Le bovine da latte che presentano patologie podali non riescono a camminare correttamente a causa del dolore ad uno o più arti. Questa condizione incide in maniera negativa sulla produzione di latte, sulle performance riproduttive e sul benessere animale. Tali patologie ai piedi, infatti, provocano una notevole riduzione dell’ingestione che genera un bilancio energetico negativo accompagnato da un eccessivo dimagrimento delle bovine da latte.

Il valore aggiunto dell’alimentazione apportato da Pedioforce

Pedioforce è la soluzione nutrizionale in polvere che, grazie ai suoi speciali ingredienti, aiuta le bovine da latte a ripristinare la normale funzionalità dei piedi compromessi in modo grave. La sua speciale composizione favorisce la corretta deambulazione degli animali che, in questo modo, tornano a mangiare la massima quantità di alimento evitando l’eccessiva perdita di peso.

Pedioforce agisce sul piede ripristinando la massima condizione di benessere degli animali. Questo avviene grazie alla sua azione antinfiammatoria, che ricrea le condizioni ottimali del piede delle bovine, e del carbonato di calcio, prezioso componente che contribuisce alla ricostruzione della parte cornea dell’unghia.

Pedioforce è molto comodo da utilizzare, infatti, viene semplicemente aggiunto e miscelato omogeneamente alla razione delle bovine in lattazione, ad una dose di 300g/capo/giorno.

Piedi e bovine in piena salute

Gli allevatori che utilizzano Pedioforce nella razione delle bovine in lattazione, dopo circa 7-8 giorni di trattamento, vedono animali che stanno meglio ed in ottime condizioni di benessere. In allevamento vengono così risolti i problemi ai piedi, condizione che consente agli animali di alzarsi normalmente per alimentarsi e, di conseguenza, per tornare a produrre la normale quantità di latte.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

16 Set

By

Come ottenere più energia dalla razione delle bovine e ridurre la produzione di metano

16 Settembre 2020 | By |

Gli alimenti poco digeribili non forniscono abbastanza energia agli animali

Molto spesso, le bovine da latte non sfruttano appieno tutta l’energia apportata attraverso la razione alimentare. Solitamente questo avviene perché, durante l’attività ruminale, i batteri presenti nel rumine possono trovarsi a degradare alimenti poco digeribili che non consentono di trasformare l’energia in composti utili (acidi grassi volatili). Tutto questo si traduce in una perdita di energia ed in una maggior produzione di scarti, primo tra tutti il metano.

AG3 80 migliora le fermentazioni ruminali delle bovine

Per aiutare le bovine da latte a sfruttare al meglio l’energia della razione, Deatech affianca gli allevatori con AG3 80, la soluzione nutrizionale di semplice e facile utilizzo che consente di ottenere risultati molto vantaggiosi a livello aziendale.

Il processo di produzione di AG3 80, unico e brevettato, ci consente di ottenere un prodotto finito, a base di semi di lino estrusi, con un basso contenuto di fattori anti-nutrizionali. I semi di lino sono conosciuti per il loro elevato contenuto di grassi (circa il 30%) che, grazie al processo di produzione, vengono resi disponibili all’80%. Questo significa che, l’80% del grasso contenuto in AG3 80, è attaccabile dagli enzimi per essere digerito e fornisce alle bovine da latte energia prontamente disponibile da impiegare per il corretto funzionamento delle fermentazioni ruminali.

AG3 80, inoltre, orienta le fermentazioni ruminali affinché venga prodotto meno metano. I batteri ruminali, avendo a disposizione un alimento altamente digeribile come AG3 80, funzionano al meglio e fermentano la razione in modo corretto, producendo la giusta quantità di acidi grassi volatili.

Maggiore efficienza alimentare e più latte

Una semplice aggiunta giornaliera di AG3 80 consente alle bovine in lattazione di avere più energia dalla razione e di sfruttarla al meglio. Gli allevatori, di conseguenza, vedranno con i loro occhi una maggiore efficienza alimentare che porta anche ad un considerevole aumento delle produzioni di latte e ad un miglioramento dell’efficienza economica dell’allevamento.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

14 Set

By

Come facilitare la ripartenza delle bovine da latte dopo l’estate

14 Settembre 2020 | By |

Dopo il periodo caldo le bovine faticano a ripartire

Alla fine dell’estate la maggior parte delle bovine da latte è sottotono a causa di una ridotta ingestione durante il periodo caldo. Tutto questo si traduce in una quantità di latte vendibile piuttosto ridotta, nonostante gli animali mangino sempre la stessa quantità di alimento. Gli allevatori, di conseguenza, sono costretti ad aspettare che le bovine ripartano e tornino a produrre la massima quantità di latte.

Ripartenza ottimale per le tue bovine

Per recuperare il peso e le energie perse durante il periodo caldo, Deatech affianca gli allevatori di bovine da latte con una soluzione nutrizionale d’eccellenza e molto conosciuta nel settore alimentare zootecnico: AG3 80.

I semi di lino che costituiscono la soluzione nutrizionale AG3 80 passano attraverso un sistema di produzione brevettato ed unico nel suo genere. L’estrusione dei semi, infatti, consente di ridurre al minimo il contenuto di fattori anti-nutrizionali nell’alimento e fornisce alle bovine in lattazione energia prontamente disponibile. Il lino presente in AG3 80 contiene circa il 30% di grassi e, di questi, fino all’80% è grasso completamente disponibile, cioè attaccabile dagli enzimi per essere digerito. Le bovine da latte, in questo modo, hanno a disposizione un alimento di altissima qualità, ricco di energia e prontamente utilizzabile.

AG3 80, aggiunto a mano in corsia di alimentazione o miscelato nel carro unifeed delle bovine in lattazione, aumenta la quota energetica della dieta e fornisce agli animali in produzione nutrienti prontamente disponibili per tornare in forma e per produrre le normali quantità di latte.

Con AG3 80 le bovine ripartono al meglio

Alla fine dell’estate, gli allevatori che utilizzano AG3 80 nella razione delle bovine in lattazione vedono con i propri occhi animali in tono e che producono più latte. Questo, consente agli animali di tornare in piena forma, pronti per ripartire al meglio dopo il periodo caldo. Gli allevatori si trovano così di fronte a maggiori guadagni dovuti a bovine che si riprendono velocemente e che producono più latte.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

10 Set

By

Bovine da latte: come recuperare la condizione corporea ideale dopo il periodo caldo

10 Settembre 2020 | By |

Con il caldo le bovine mangiano meno e perdono peso

Normalmente, al termine del periodo caldo, le bovine da latte si presentano più magre e sottotono perché sono state sottoposte a condizioni molto stressanti, come l’eccessivo caldo ed un importante calo dell’ingestione. Entrambi i fattori sono responsabili del calo di peso degli animali e della riduzione del loro stato di salute, condizioni che l’allevatore riconosce immediatamente dopo una semplice valutazione visiva del BCS.

AG3 80 fornisce alle bovine grasso altamente disponibile

Per recuperare il peso perso durante il periodo caldo, Deatech affianca gli allevatori di bovine da latte con una soluzione nutrizionale d’eccellenza e molto conosciuta nel settore alimentare zootecnico: AG3 80.

AG3 80 è l’alimento a base di semi di lino estrusi che, grazie al processo di produzione unico nel suo genere ed al basso contenuto di fattori anti-nutrizionali, fornisce alle bovine da latte energia altamente disponibile. Il grasso contenuto nel lino ha un elevata digeribilità, infatti, i semi contenuti in AG3 80 hanno circa il 30% di grassi e, di questi, l’80% è grasso completamente disponibile, cioè attaccabile dagli enzimi per essere digerito e potenzialmente utilizzabile dagli animali per riprendere il peso perso.

AG3 80, aggiunto a mano in corsia di alimentazione o miscelato nel carro unifeed delle bovine in lattazione, aumenta la quota di energia della dieta e fornisce agli animali in produzione grasso altamente disponibile per tornare in forma.

Con AG3 80 la condizione corporea delle bovine torna ad essere ottimale

Gli allevatori che usano AG3 80 con costanza nella razione delle bovine in lattazione vedono che, subito dopo l’estate, gli animali riprendono facilmente il peso perso. Questo avviene grazie ai suoi ingredienti e grazie all’elevata digeribilità dei grassi in esso contenuti. Le bovine che si nutrono con AG3 80 riprendono peso, riacquisiscono la condizione corporea ideale (BCS ottimale) e, di conseguenza, tornano in ottime condizioni di salute.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

08 Set

By

Recuperare il peso perso durante il periodo caldo per avere bovine in salute

8 Settembre 2020 | By |

Alla fine dell’estate le bovine sono sottotono e hanno poca energia

Alla fine dell’estate gli allevatori di bovine da latte riscontrano animali sottotono, che hanno perso molto peso a causa dell’eccessivo caldo. Questo, è principalmente dovuto al fatto che, con l’aumentare delle temperature ambientali, le bovine mangiano meno e non hanno a disposizione l’energia necessaria per mantenersi in ottime condizioni di salute.

Optimum 600 migliora la salute del rumine

Per tornare ad avere animali in salute e pieni di energia, subito dopo il periodo caldo, Deatech ha messo a punto la soluzione nutrizionale Optimum 600.

Optimum 600 è un alimento liquido a base di zuccheri a diversa velocità di assorbimento che migliora l’attività della flora ruminale e l’efficienza delle fermentazioni. In particolare, nutre tutte le tipologie di batteri positivi presenti nel rumine attraverso uno speciale mix di zuccheri.

Gli zuccheri che costituiscono Optimum 600 consentono ai batteri ruminali di essere più attivi e di fermentare al meglio gli alimenti. Questo, porta l’allevatore di bovine da latte ad avere animali che digeriscono al meglio la razione e che hanno a disposizione più nutrienti ed energia da utilizzare per riprendere peso.

Optimum 600, inoltre, riporta il glucosio a livelli ottimali e stabili per tutta la durata della giornata grazie alla diversa velocità di assorbimento degli zuccheri che lo compongono.

Più energia prontamente disponibile per fare latte

Aggiungendo Optimum 600 alla razione delle bovine in lattazione e miscelando in modo omogeneo, i livelli di glucosio nel sangue rimangono ottimali e costanti durante tutta la giornata. Questa condizione consente agli animali in produzione di riprendere peso e di tornare nel loro miglior stato di salute, mentre l’allevatore vede con i propri occhi un netto miglioramento delle performance aziendali.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

03 Set

By

Bovine da latte: come tornare in forma e fare più latte dopo il periodo caldo

3 Settembre 2020 | By |

Alla fine dell’estate le bovine producono meno latte

Alla fine dell’estate, nell’allevamento di bovine si riscontra una riduzione della produzione di latte. Questo è principalmente dovuto al fatto che gli animali escono dall’estate più magri, sottotono ed in condizioni fisiche non ottimali. Le bovine, infatti, ingeriscono ancora una quantità piuttosto limitata di alimento che non gli consente di avere l’energia necessaria per produrre la normale quantità di latte.

Massima condizione di benessere per le bovine

Per ripristinare la massima condizione di benessere delle bovine da latte e per aiutare gli animali a tornare in piena forma dopo l’estate, Deatech ha messo a punto Optimum 600, la soluzione nutrizionale studiata appositamente per l’allevamento bovino da latte.

Optimum 600 è un alimento complementare liquido, a base di un mix di zuccheri stabili e a diversa velocità di assorbimento, che fornisce agli animali energia prontamente disponibile per tornare in piena forma dopo il periodo caldo. Solo in questo modo le bovine da latte riescono ad immagazzinare nel proprio organismo l’energia necessaria per riprendere la normale produzione di latte.

La speciale composizione di Optimum 600, inoltre, rende questa soluzione nutrizionale unica nel suo genere. L’elevata appetibilità dei suoi ingredienti consente agli allevatori di aumentare l’ingestione di alimento da parte dei propri animali che, in questo modo, mangiano di più e tornano a fare più latte.

Più energia prontamente disponibile per fare latte

Gli allevatori che aggiungono Optimum 600 alla razione delle bovine in lattazione notano, sin da subito, un aumento di ingestione da parte degli animali. Le bovine, grazie all’elevata appetibilità di Optimum 600, mangiano di più e hanno più energia a disposizione per produrre latte. L’allevatore, di conseguenza, vede con i propri occhi animali in un ottimo stato di salute, che fanno più latte e che gli permettono di guadagnare di più.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

28 Ago

By

Come avere bovine da latte in piena forma dopo il periodo caldo

28 Agosto 2020 | By |

Alla fine dell’estate le bovine da latte risultano fuori forma

Le bovine da latte escono dall’estate portandosi dietro tutti gli effetti negativi di questo difficile periodo. L’allevatore, infatti, vede con i propri occhi animali che mangiano meno, poco in forma e che producono meno latte. Inoltre, gli avanzi in mangiatoia sono ancora piuttosto consistenti, così come gli sprechi economici correlati che riducono l’efficienza economica dell’allevamento.

Optimum 600: più benessere ed energia per le bovine

Per ripristinare la massima condizione di benessere delle bovine, Deatech ha messo a punto Optimum 600, la soluzione nutrizionale studiata appositamente per aiutare le bovine da latte a tornare in forma.

Optimum 600 è l’alimento complementare in forma liquida composto da un mix di zuccheri di qualità costante e a diversa velocità di assorbimento. La sua speciale composizione soddisfa appieno i fabbisogni zuccherini dei batteri ruminali e, di conseguenza, consente al rumine delle bovine di funzionare al meglio. Optimum 600, in questo modo, migliora la digestione delle bovine e massimizza l’utilizzo della dieta.

Optimum 600 riesce a fare tutto questo perché fornisce zuccheri e quindi energia, prontamente disponibile per la nutrizione dei batteri ruminali. Le bovine, grazie ad Optimum 600, tornano a mangiare di più e digeriscono meglio la razione.

Più energia, più latte e bovine in piena forma

Gli allevatori che utilizzano Optimum 600 nella razione delle bovine da latte ottengono risultati molto entusiasmanti. Gli animali, sin da subito, riprendono a mangiare e massimizzano l’ingestione di alimento. Questo, consente loro di avere più energia a disposizione da impiegare per la produzione di latte. Inoltre, gli sprechi alimentari vengono nettamente ridotti, l’efficienza economica aumenta, così come la produzione di latte.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

24 Ago

By

Gli alimenti contaminati riducono la produzione di latte e carne in bovini e suini

24 Agosto 2020 | By |

Quando gli alimenti sono contaminati gli animali mangiano e producono meno

Gli alimenti contaminati da microrganismi patogeni, in particolare silomais e pastone di mais, sono poco appetibili e nutrienti per gli animali. I bovini ed i suini, infatti, riconoscendo il cattivo odore e sapore emanato dall’alimento, riducono l’ingestione e lasciano avanzi in mangiatoia. Tutto questo si traduce in una riduzione dell’energia a disposizione degli animali che rispondono producendo meno carne e latte.

Deasil e Tegasal creano un ambiente sfavorevole alla proliferazione dei patogeni

Tegasal e Deasil sono due soluzioni che vanno a creare un ambiente sfavorevole allo sviluppo di batteri e funghi patogeni. In particolare, acidificano la materia prima e rendono l’alimento zootecnico più appetibile per gli animali. La sua speciale azione agisce bloccando la proliferazione di muffe, lieviti e batteri che si nutrono della sostanza organica e che producono cattivi odori.

Entrambi hanno un forte potere acidificante che mantiene stabile l’insilato in trincea. Utilizzando queste soluzioni, a seconda del contenuto di sostanza secca dell’alimento, non avviene rifermentazione ed il pH degli insilati si stabilizza ad un valore ottimale, di circa 4-5.

Tegasal e Deasil sono molto semplici da utilizzare e fanno sì che i prodotti alimentari per bovini e suini siano sempre appetibili al massimo. Deasil è la soluzione liquida che si diluisce in acqua, mentre Tegasal si trova sia in forma liquida che in polvere.

Più latte prodotto da scrofe e bovine e migliore resa della carne dei suini all’ingrasso

Trattando gli alimenti con Tegasal o Deasil, a seconda del contenuto di sostanza secca, gli animali tornano a mangiare la massima quantità di alimento, svuotano la mangiatoia e non lasciano più avanzi. Gli allevatori, fornendo alimenti di qualità ai propri animali, assistono ad un aumento della produzione di latte sia nelle bovine che nelle scrofe, mentre nel comparto dei suini all’ingrasso migliora la resa della carne.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

20 Ago

By

Come limitare le rifermentazioni e le perdite di sostanza secca degli insilati in trincea

20 Agosto 2020 | By |

Con il caldo l’insilato si scalda ed i patogeni proliferano

Con l’innalzamento termico aumenta il rischio di rifermentazione degli insilati già a partire dalla trincea, in particolare, di pastone di mais e silomais. Questa condizione determina il conseguente aumento di lieviti, muffe e quindi micotossine all’interno degli alimenti zootecnici. Gli allevatori di bovini e suini, all’apertura delle trincee, assistono ad una vera e propria perdita di sostanza secca dovuta ad insilati contaminati con una temperatura elevata e con un’evidente proliferazione di patogeni.

Deasil e Tegasal gli alleati per la conservazione degli insilati                         

Deatech, per affiancare gli allevatori di suini e di bovini nella migliore conservazione degli alimenti zootecnici, ha messo a punto due soluzioni dall’efficacia provata e garantita: Tegasal e Deasil.

Tegasal e Deasil creano un ambiente sfavorevole allo sviluppo di batteri e funghi patogeni. In particolare, agiscono acidificando la materia prima e rendendo l’alimento zootecnico stabile in trincea e più appetibile per gli animali. Utilizzando Tegasal e Deasil, a seconda del contenuto di sostanza secca dell’alimento, si evitano le rifermentazioni della massa insilata ed il pH si stabilizza ad un valore ottimale, di circa 4-5.

Entrambe le soluzioni sono semplici da utilizzare, infatti, è sufficiente distribuire in modo omogeneo il prodotto sugli alimenti. Deasil viene utilizzato principalmente su alimenti insilati, mentre Tegasal, viene utilizzato su insilati, fasciati, pastoni e concentrati. La scelta del prodotto più adatto viene effettuata in base alla concentrazione di sostanza secca dell’alimento su consiglio del tecnico di zona.

Zero rifermentazioni e zero perdite di sostanza secca

Gli allevatori che utilizzano Deasil o Tegasal sugli alimenti zootecnici, in base al contenuto di sostanza secca, ottengono risultati molto promettenti che gli consentono di conservare al meglio le colture per la nutrizione del bestiame. In particolare, si assiste ad un blocco definitivo delle rifermentazioni in trincea e non si hanno più perdite di sostanza secca. La massa insilata rimane quindi inalterata sia durante l’insilamento sia durante l’apertura della trincea.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179

19 Ago

By

Gli alimenti contaminati da funghi e batteri causano disturbi gastrointestinali in bovini e suini

19 Agosto 2020 | By |

Quando gli alimenti sono contaminati, gli animali mangiano meno e si debilitano

I funghi ed i batteri che contaminano gli alimenti zootecnici, in particolare gli insilati, sono responsabili della comparsa di patologie gastrointestinali in bovini e suini. Fornendo agli animali un alimento contaminato si osserva una netta riduzione dell’ingestione che provoca la debilitazione degli animali. Inoltre, la frequente comparsa di forti diarree, nei casi più gravi, può portare ad un’elevata perdita di liquidi ed alla conseguente morte degli animali adulti.

Deasil e Tegasal limitano i disturbi intestinali di bovini e suini

Per migliorare la qualità degli alimenti zootecnici e per limitare, di conseguenza, la comparsa di disturbi gastrointestinali, Deatech ha messo a punto due soluzioni uniche ed efficaci per l’allevamento bovino e suino: Deasil e Tegasal.

Entrambe le soluzioni creano condizioni sfavorevoli allo sviluppo e alla proliferazione di un’ampia gamma di microrganismi patogeni. Utilizzando queste soluzioni, a seconda del contenuto di sostanza secca dell’alimento, non avviene rifermentazione ed il forte potere acidificante stabilizza il pH degli alimenti ad un valore ottimale, di circa 4-5.

Deasil è la soluzione liquida che, diluita in acqua e distribuita in modo omogeneo durante la raccolta, consente agli allevatori di conservare al meglio gli insilati prodotti. Tegasal si trova sia in forma liquida che in polvere. Nel primo caso, è sufficiente diluire Tegasal liquido in acqua e distribuirlo durante la raccolta o sul fronte della trincea. Tegasal in polvere, invece, viene principalmente miscelato in trincea o aggiunto nel carro unifeed.

Con Deasil e Tegasal suini e bovini tornano a mangiare normalmente

Deasil e Tegasal hanno un’azione battericida e batteriostatica che acidifica e crea condizioni sfavorevoli alla proliferazione dei microrganismi patogeni negli alimenti zootecnici. L’impiego di queste soluzioni in allevamento consente all’allevatore di diminuire drasticamente clostridi ed Escherichia coli presenti nella razione. La riduzione delle tossine, muffe e lieviti, infatti, riduce i problemi gastrointestinali degli animali che, in questo modo, tornano a mangiare normalmente.

 

Per saperne di più chiamaci al 334 6528179